I canali di comunicazione della ricerca scientifica e Altmetric / Networks of scientific research communication and Altmetric

ITALIAN VERSION (scroll down for English version of the article)

Bibliotecari, ricercatori, studenti, tutti sanno di come negli anni è cambiato lo scenario della comunicazione scientifica e dell'importanze che ha assunto la pubblicazione dei risultati delle proprie ricerche.
La semplice pubblicazione, se pur su riviste di alto impatto, però non è più sufficiente a ottenere visibilità e citazioni. Il numero delle pubblicazioni scientifiche è cresciuto negli ultimi anni in maniera esponenziale e per dare maggiore risalto alla propria ricerca è necessario far circolare e condividere le proprie idee su canali alternativi, ma ormai di quotidiano utilizzo. 

Diventa quindi di vitale importanza per un ricercatore attivare account Twitter, Facebook, Mendeley, blog, ecc., dove citare i propri lavori e condividerli con il resto della comunità scientifica. 
Questo può essere considerato, dopo la pubblicazioni vera e propria, uno dei primi passaggi del ciclo della comunicazione scientifica: se condivido le mie pubblicazioni, queste saranno lette; se le pubblicazioni vengono lette, aumentano le probabilità che possano essere citate; se le mie pubblicazioni ottengono molte citazioni, saranno ulteriormente lette da qualcun altro; e così via...

Gli strumenti per verificare il numero delle citazioni ottenute dalle pubblicazioni sono ben noti, da Google Scholar a Scopus e Web of Science. Ma ritengo che oggi i dati davvero importanti e significativi, oltre a essere molto più interessanti da analizzare, sono quelli relativi all'effettiva circolazione delle pubblicazioni: quante volte la mia pubblicazione è stata twittata? Quanti lettori ho su Mendeley?

Da qualche anno è possibile tenere traccia di tutto ciò grazie al servizio  Altmetric (fusione di Alternative e Metrics) che estende l'analisi bibliometrica di un articolo ai suddetti canali alternativi di comunicazione misurandone il coinvolgimento, la disseminazione e l'impatto.

Il nostro catalogo delle risorse elettroniche, Summon, è in grado di fornire questi indicatori (dove disponibili) e vi invitiamo a provarlo!




Molte altre informazioni su Altmetric potete trovarle al sito https://www.altmetric.com/


ENGLISH VERSION

Librarians, researchers, students, everyone knows how scientific communication has changed over the last years and how the importance to publish research results has increased.
But the mere publication, even if is on high impact journal, is no longer enough to obtain visibility and citations because the number of scientific publications has grown exponentially in recent years. To give more emphasis to own research, circulate and sharing ideas by using alternative channels, is fundamental.

It thus becomes very important for a researcher to use its Twitter account, Facebook, Mendeley, blogs, etc., where to cite publications and share them with all the scientific community.

This can be considered, after the publication itself, one of the first steps of scientific communication cycle: if I share my publications, these will be read; If the publications are read, they could increase citations; if my publications get many citations, they will be further read by someone else; and so on...

The tools used to verify the number of citations are well known, from Google Scholar Scopus and Web of Science. But I believe that today the truly important and meaningful data, are those related to the effective circulation of publications: how many times my publication was twitted? How many readers I have on Mendeley?

Some years ago appeared Altmetric (Alternative + Metrics), a service that can track the scientific articles lifecycle on most the alternative channels and networks, by measuring their engagement, dissemination and impact.

Our electronic resources catalogue, Summon, is able to provide these indicators (where available) and we suggest you to try it!

For more information about Altmetric, please visit https://www.altmetric.com/

Comments